News

Corriere sera

Ha fatto bene Pierluigi Battista a dare l’allarme sul rischio di impoverimento spirituale del Paese. Le nostre istituzioni culturali vivono una condizione cronica di precarietà che rischia di spegnere la speranza di una società migliore. Il tema non è solo quello delle risorse da investire (che registra oggi una positiva inversione di tendenza rispetto al passato) quanto quello di un reciproco riconoscimento di ruolo delle politiche culturali nel sistema Paese. In un contesto globale che valorizza gli indicatori del benessere mettendo in discussione il Pil più tradizionalmente inteso, proprio noi che custodiamo bellezza ed emozioni siamo finiti in una

Fulvio Macciardi (crediti Rocco Casaluci)

Fulvio Macciardi, sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna, è stato eletto ieri a Roma, presso la sede dell’AGIS, vicepresidente dell’ANFOLS, l’associazione che raccoglie le Fondazioni lirico-sinfoniche italiane guidata dal sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo, Francesco Giambrone.

Nato a Milano, Fulvio Macciardi ha svolto per anni un’ampia attività musicale come violinista, esibendosi su numerosi palcoscenici nazionali e internazionali, prima di passare, a partire dal 2004 presso il Teatro Verdi di Trieste, ad occuparsi della gestione artistica di teatri d’opera.

La sua collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna è cominciata nel 2008, dove ha ricoperto dapprima la carica di Direttore …

61930528_2459024160816240_760404701123444736_o

“La straordinaria capacità di tutti i lavoratori del Teatro La Fenice di reagire all’emergenza risolvendo in tempi rapidi le criticità e garantendo l’inaugurazione di stagione è un bellissimo esempio per tutto il Paese. Esprimo a nome di tutte le Fondazioni lirico-sinfoniche italiane apprezzamento e vicinanza al sovrintendente Ortombina, a tutti i lavoratori della Fenice e alla città di Venezia e un grande in bocca al lupo per il Don Carlo che domenica inaugurerà la stagione”.

Con una dichiarazione del presidente Francesco Giambrone l’ANFOLS, associazione che riunisce le fondazioni lirico-sinfoniche italiane, a nome di tutti gli associati esprime il proprio supporto …

3

Il presidente dell’ANFOLS (l’associazione che raccoglie le Fondazioni lirico-sinfoniche italiane) Francesco Giambrone, sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo, è stato ricevuto ieri mattina dal Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini. Il Ministro era accompagnato dal Segretario Generale del Ministero, Salvatore Nastasi, e dal Direttore Generale dello Spettacolo dal vivo, Onofrio Cutaia.
Nel corso del lungo, cordiale e proficuo incontro sono stati discussi i principali temi che riguardano la vita delle Fondazioni lirico-sinfoniche italiane, con lo scopo di valorizzarne il ruolo fondamentale come asset strategico del sistema culturale italiano, con evidenti ricadute …

opera_terme_caracalla

Al via la nuova stagione estiva di opera e balletto del Teatro dell’Opera di Roma, giovedì 4 luglio, con il ritorno dell’Aida, nello scenario unico e suggestivo delle Terme di Caracalla.
Il fascino delle rovine e la magia delle notti romane accoglieranno poi La traviata e il balletto con Romeo e Giulietta. La stagione estiva durerà fino all’8 agosto 2019, per un totale di 33 serate, che comprendono le due opere, il balletto e numerosi extra con un’offerta di eccellenza, ma nello stesso tempo aperta a un larghissimo pubblico, com’è nella tradizione delle stagioni estive del Teatro dell’Opera di Roma.…

manifesto-2019gen1000

Oggi, 21 giugno 2019, solstizio d’estate, la musica invaderà piazze, musei, biblioteche, parchi, scuole e persino aeroporti e ospedali.
In tutta Italia, con più di 10.000 eventi in diversi luoghi pubblici e con 630 città aderenti alla manifestazione, si celebra la Festa della Musica.
La kermesse, giunta alla sua venticinquesima edizione, è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dall’Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica, in collaborazione con la rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con la SIAE – che anche quest’anno ha applicato ulteriori agevolazioni alle iniziative – con UNPLI, Feniarco, il Miur, …

0.-2012-Arena-di-Verona_Foto-Ennevi_2017

La 97ma edizione del Festival lirico dell’ Area di Verona inaugura questa sera, 21 giugno, con un omaggio a Zeffirelli: un nuovo allestimento, firmato proprio dal Maestro, de La Traviata verdiana, somma sintesi di 60 anni di meditazione sull’amato soggetto, vedrà sul palcoscenico il soprano polacco Aleksandra Kurzak, l’americana Lisette Oropesa, la croata Lana Kos, la russa Irina Lungu.
Saranno poi Aida, Il Trovatore, Carmen, Tosca, gli altri titoli in programma per tre mesi di spettacolo che prevedono 51 alzate di sipario e 80 solisti da tutto il mondo, tra i quali Anna Netrebko, Plácido Domingo, Lisette Oropesa, Leo Nucci …

Franco-Zeffirelli-opera

Anche il mondo della lirica piange Zeffirelli.
Oltre a cinema e teatro, il Maestro si è dedicato anche all’opera lirica per la quale nutriva un particolare amore.
“Zeffirelli è stato ambasciatore della lirica in tutto il mondo, dirigendo come regista e come scenografo i più grandi capolavori – ricorda Cristiano Chiarot, presidente di Anfols – un personaggio che ha saputo trasmettere e interpretare in modo originale e profondo tutto il fascino e la bellezza dell’opera e che ha collaborato fianco a fianco con gli interpreti che hanno segnato la storia della lirica, a partire da Maria Callas”

L’Arena di Verona …

Schermata 02-2457436 alle 10.19.04

Sorpresa: Verdi e Puccini sono dei brand che richiamano ancora e non solo il pubblico, perché non hanno mai smesso, ma anche gli investitori. Su 60 milioni e 692 mila euro di contributi privati alla cultura versati fino al 28 gennaio con il meccanismo dell’Art Bonus, 34 milioni e 534 mila, cioè il 57%, sono andati a favore delle fondazioni lirico-sinfoniche e dei teatri di tradizione, che fanno molte cose ma principalmente la buona vecchia cara opera lirica. Insomma, al mecenate il melodramma piace più dei musei. Il risultato arriva da una minuziosa inchiesta di Mauro Balestrazzi per il mensile …

comunicato-stampa

Un appello per una revisione dei criteri di ripartizione della quota di pertinenza del Fondo unico dello spettacolo e una richiesta al Ministro sulla necessità di garantire con gli stanziamenti del Governo nazionale sia gli impegni che il Governo ha assunto con le Fondazioni che hanno aderito alla Legge Bray e che hanno già precisi piani triennali di risanamento, sia la necessaria garanzia per quelle che, al di fuori della Legge Bray, stanno continuando con percorsi virtuosi.
È questo l’esito della riunione dell’Anfols che lunedì scorso ha riunito i Sovrintendenti delle Fondazioni lirico-sinfoniche italiane preoccupati per la condizione di incertezza …

1234Next